Latest posts for tag ita

Quando milioni di poveracci sono convinti che i propri problemi dipendano da chi sta peggio di loro, siamo di fronte al capolavoro delle classi dominanti
Come previsto, è già quasi sparito dal dibattito pubblico il vero macrofenomeno emerso dalle elezioni del 31 maggio, cioè la diserzione delle urne. Eppure non era mai accaduta una cosa così: ad esempio, che in due grosse regioni come Toscana e Marche
Al netto dei fuori di zucca che arrivano a razionalizzare le cause del femminicidio, la vera questione posta dal colpo di coda cattointegralista di sabato scorso a Roma è probabilmente quella della cosiddetta famiglia naturale, formula che sta entran
Faccio molta fatica a credere che nel 2017 un maschio - sia esso carabiniere o immigrato o capo del Fondo monetario - se violenta una donna lo fa solo per sfogare la sua
La testimonianza delle persone picchiate dalla polizia a Genova
Nick Davies: Will the victims of police brutality at the G8 summit in 2001 ever see proper justice?
Il fatto grave, che spiega tante cose e anche la mancata introduzione del reato di tortura, è che resiste nel paese, e nei suoi gruppi dirigenti, una forma diffusa di preoccupazione non per ciò che le polizie, in nome e in forza della legge possono compiere, ma per ciò che possono compiere contro la legge. Leggi
Verso la metà di aprile sono stata fermata dalla polizia in una stazione di Milano. È stata una decisione precisa, personale. Loro stavano lavorando e io gli ho fatto una domanda. Leggi
«un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo». Giuseppe, destatosi, prese con sé il bambino e sua madre nella notte e fuggì in Egitto. (*) E gli andò di stralusso, perché se duemila anni dopo ci avesse provato fuggendo in Italia, i seguaci della religione di suo figlio li avrebbero azziccati su un autobus a spintoni, manifestato contro l'eterologa della mogliera, e aggessù dopo una rapida carriera da spaccino sarebbe finito in gabbia a far risorgere i carcerati caduti dalle scale.»
Ogni anno i nostalgici di Benito Mussolini si ritrovano nella sua città natale, e la storia di come ci sono finiti è legata a doppio filo con quella dell'Italia.
Si scrive “madamato”, ma si legge “stupro legalizzato”. Un termine usato nelle ex-colonie italiane, prima in Eritrea e successivamente anche nelle altre colonie, Libia e Somalia.
Il termine madamato designava, inizialmente in Eritrea e successivamente nelle altre colonie italiane, una relazione temporanea more uxorio tra un cittadino italiano (soldati prevalentemente, ma non solo) ed una donna nativa delle terre colonizzate, chiamata in questo caso madama.
The government is pursuing policies that are not simply neo-fascistic and cruel, though they are certainly that, but crazy with it
Dopo un raccolto ne viene un altro
«Un mesetto o due fa ho sentito un tizio dello SPI-CGIL (perché io SO come divertirmi di sera) che spiegava (o meglio, dava un'interpretazione) dell'articolo 1 della Costituzione. Ora, magari a voi pare poca roba, ma a me l'articolo 1 nessuno l'ha mai spiegato ammodino, ed è una di quelle cose che fa pure brutto chiedere.…»
L'uomo in casa deve…, sennò lei se ne approfitta.
Il bambino deve imparare che…, sennò se ne approfitta.
La gente se ne approfitta.
Si approfittano di te, non devono approfittarsi di te.
Te ne approfitti, eh?

Non dare subito la risposta semplice,
pensaci su, cerca di meglio,
guarda se c'era una domanda trabocchetto,
non voler vincere facile,
non essere pigro,
fai uno sforzo,
fai vedere che ci metti dell'impegno,
non dargli soddisfazione,
fatti valere.
Tu hai visto un bel mondo.

Devi…
non puoi tirarti indietro ora,
è importante,
devi esserci, non puoi dire di no,
non puoi deludere tutti.

Non puoi essere come…
i grassi, gli ingenui, i semplici, i creduloni, i brutti, quelli vestiti male, gli sfigati, quelli che…, quelli che non…
Non puoi uscire con…
i grassi, gli ingenui, i semplici, i creduloni, i brutti, quelli vestiti male, gli sfigati, quelli che…, quelli che non…
Ama chi vuoi, ma non…
i grassi, gli ingenui, i semplici, i creduloni, i brutti, quelli vestiti male, gli sfigati, quelli che…, quelli che non…
O non usciremo con te,
o non ti ameremo.

Ho imparato a fare attenzione alle narrative,
a controllare come viene percepito quello che dico,
prima di parlare, prima di chiedere,
prima di esistere in pubblico.

A non desiderare, in compagnia di altri,
quello che non bisogna fare,
fino ad essere, in compagnia di altri,
soltanto un altro.
Gli Altri erano un mondo a parte,
una massa insensata, con logiche sue, logiche oscure.
Un mondo che a volte si interessava a me, travolgendomi,
poi perdeva interesse e se ne andava.

Lo dovevo tenere buono, per evitare di esserne travolto.
Avevo paura di finire al centro dei suoi interessi.
di diventare un suo hobby.

  "Non merito la tua attenzione,
  non ti chiedo niente,
  non mi metto in mostra,
  non ho bisogni,
  sto bene cosí,
  non causo problemi,
  ti do quello che chiedi,
  non ti disturbo,
  non guardarmi,
  non sono nessuno,
  non è me che stai cercando."

Ho provato a chiedere: "lasciami stare"…

  "E perché?
  Come sei…
  Volevo solo chiederti…
  Volevo solo dirti…
  Volevo solo farti vedere…
  Volevo solo che tu…
  Dai, non fare cosí,
  stai al gioco!
  Non stare in un angolo!
  Dí qualcosa anche tu!
  Fammi divertire!"

E allora gli davo quello che chiedeva
finché non mi lasciava stare,
ma non è me che stava cercando.

Poesia: "Fiori in primavera"

Se vuoi portarmi dei fiori in primavera

Portami dei carciofi

Che ce li facciamo a fettine sottili

Saltati nell'aglio

E con gli scarti

Facciamo il risotto

Oggi ero in cartoleria, una mamma ha chiesto un quaderno.

Per un maschio o per una femmina?

Maschio.

Volevo uccidere tutti.

Lauree. Università di Bologna, Scienze della Formazione.

L'ultima volta che mi sono sentito cosí ero in una parrocchia.

Il paternalismo usciva dalle fottute pareti

Dai, non importa che mi dai del voi

In che senso?

Eh, mi dici sempre "voi informatici", "voi tecnici", "voi..."

Lo spelling internazionale è troppo globalizzato, e volete recuperare un attimo la dimensione del posto dove siete nati e cresciuti?

Da oggi c'è questo script che fa per voi: gli dite dove abitate, e lui vi crea lo spelling a chilometri zero.

$ git clone git@gitorious.org:trespolo/osmspell.git
$ cd osmspell
$ ./osmspell "San Giorgio di Piano"
1: San Giorgio di Piano, BO, EMR, Italia
2: San Giorgio di Piano, Via Codronchi, San Giorgio di Piano, BO, EMR, Italia
3: San Giorgio Di Piano, Via Libertà, San Giorgio di Piano, BO, EMR, Italia
Choose one: 1
Center: 44.6465332, 11.3790398
A Argelato, Altedo
B Bentivoglio, Bologna, Boschi
C Cinquanta, Castagnolo Minore, Castel Maggiore, Cento
D Dosso
E Eremo di Tizzano
F Funo di Argelato, Finale Emilia, Ferrara, Fiesso
G Gherghenzano, Galliera, Gesso
I Il Cucco, Irnerio, Idice
L Località Fortuna, Lovoleto, Lippo
M Malacappa, Massumatico, Minerbio, Marano
N Navile
O Osteriola, Ozzano dell'Emilia, Oca
P Piombino, Padulle, Poggio Renatico, Piave
Q Quarto Inferiore, Quattrina
R Rubizzano, Renazzo, Riale
S San Giorgio di Piano, Saletto
T Torre Verde, Tintoria, Tombe
U Uccellino
V Venezzano Mascarino, Vigarano Mainarda, Veduro
X XII Morelli
Z Zenerigolo, Zola Predosa

I dati vengono da OSM, e lo script è un ottimo esempio di come usarne la API di geolocazione (veloci) e la API di query geografica (lenta).

Update: source code is now here.